Ristrutturare casa: l’illuminazione

Ristrutturare casa: l’illuminazione

L’illuminazione e l’uso corretto della luce aiuta ad evocare e riportare alla mente diverse emozioni in base a come è stata organizzata la tua casa, oltre a sottolineare le caratteristiche degli ambienti.

Spesso però  l’importanza dell’illuminazione è sottostimata sia dai progettisti che dai committenti, che al contrario dovrebbero dare la giusta importanza a questo tema  almeno quanto gli altri elementi del design.

Lo studio dell’illuminazione di una casa richiede un’attenta analisi delle funzioni che si svolgono in ogni singolo ambiente di essa, per valutare poi successivamente gli apparecchi più’ adatti a soddisfare le necessità di natura pratica e funzionale.

Tuttavia altrettanto importante è un altro aspetto,  non solo di tipo puramente estetico, che è rappresentato dalle connotazioni di natura psichica e “emozionale” che la luce riesce ad evocare.  La ”caratterizzazione” dell’ambiente ovvero l’atmosfera che viene a crearsi prodotta dagli effetti diramati dalla luce

Progettare la luce non può’ prescindere assolutamente dall’avere già’ in mente oppure redatto una soluzione progettuale che preveda il giusto collocamento degli elementi arredativi. Di conseguenza gli apparecchi illuminanti dovranno interagire con essi  e il progetto non potrà prescindere da questa reciprocità.

Ci sono due aspetti tecnici da considerare quando si studia un progetto di illuminazione: Il calcolo dei lux o lumen e la temperatura del colore (K°).

Il calcolo dei lux e’ fondamentale affinché’  ogni ambiente della casa possa avere la giusta quantità’ e qualità’ di luce che si richiede in relazione alle funzioni che in esso si svolgono. In più in uno stesso ambiente possono svolgersi attività di tipo diverso. I lux andranno quindi calcolati in base allo spazio da illuminare e alle funzioni previste per ciascun area della casa.

Il tipo di illuminazione viene poi determinato attraverso la temperatura del colore che si distingue in due macrotipi di luce : fredda, abbagliante ed energizzante,adatta per lo più’ in ambienti lavorativi; calda, rilassante e riposante per la vista, e quindi più’ adatta in quegli ambienti dove il riposo rappresenta la funzione più importante.

Va poi considerato infine il tipo di luce : concentrata o diffusa.

La luce concentrata e’ una luce direzionale , e cioè’ va ad illuminare punti dove e’ indispensabile” veder bene”, come tavolo da pranzo, zona cottura, tavolo studio, zona lettura,etc. oppure per conferire enfasi a un particolare angolo della casa o ad un pezzo di arredamento.

La Luce diffusa  invece e’ quella scelta per illuminare aree più ampie come soggiorno, camere da letto, corridoi,etc.

In conclusione, per avere una efficiente illuminazione di una casa, bisogna affidarsi ad un professionista che tenga in considerazione tutti gli aspetti descritti, senza trascurarne nessuno, affinché’ non vengano a trovarsi zone scarsamente o troppo  illuminate. Il calcolo illumino tecnico e’ dunque un aspetto importante e fondamentale affinché’ si possa raggiungere il maggiore confort possibile in ogni ambiente della casa.

 

Non ci sono Commenti

Scrivi un Commento